RC Obbligatoria e Regate Veliche


La legge 990/69 che istitui’ la Polizza di Responsabilita’ Civile Obbligatoria sancisce che sono escluse dalla garanzia tutte competizioni eccetto le regate veliche e le gare remiere.

Alcune Compagnie fanno pagare a parte l’estensione regate veliche sulla polizza RC Obbligatoria, altre la danno inclusa.

Una importante considerazione in merito alla partecipazione a regate veliche:
le persone a bordo non sono mai considerate terze per danni avvenuti sull’imbarcazione, sono invece terzi in caso di danno causato da altre imbarcazioni. Il punto e’ che chi sta collaborando alla conduzione dell’imbarcazione (al timone, cazzando una scotta, issando una drizza, disormeggiando o togliendo i parabordi, ecc) e’ di per se’ co-conduttore quindi non puo’ essere terzo di se stesso. Ovviamente se il danno al membro dell’equipaggio avviene per difetto di manutenzione (rottura dell’albero a seguito di evidente mancata manutenzione al sartiame) da parte dell’armatore, il membro dell’equipaggio ritorna ad essere considerato terzo.

Aggiornamento Massimali:
Il minimo di legge minimo per la RC Obbligatoria era fino al 13 dicembre 2009 pari a 775.000€, da tale data in poi e’ diventato 2.500.000€. Da tale data avere una copertura RC Obbligatoria inferiore a 2.500.000€ comportera’ le sanzioni pari a non avere l’assicurazione.

La cosa davvero interessante e’ che per la prima volta la legge menziona il massimale minimo per danni a cose imponendo 500.000€ di massimale; questo massimale, seppure possa sembrare elevato, entra in campo per i danni a terzi da Incendio e, a questo punto, non e’ poi da considerarsi tanto elevato a mio avviso.

Questa modifica si applica a tutti i veicoli a motore, che nel mondo nautico, sono tutti i soggetti autopropulsi senza alcuna distinzione di cilindrata o tipologia di propulsione

Leave a Reply